il make up

#piccolidecluttering – 4 / Il make up


La quarta puntata dei #piccolidecluttering tratta una categoria di oggetti molto amata: il make up.

Rossetti, matite, mascara, ombretti, fondotinta, terre, ciprie, smalti… e anche i piccoli attrezzi come pennelli piccoli e grandi, lime, pinzette, spugnette.

I #piccolidecluttering mi divertono molto, perché ogni volta che ti propongo una categoria, ne approfitto per sistemarla anch’io, vedere l’effetto che fa e raccontartelo qui sotto.

Questo anche per dire che non è vero che fatto il decluttering una volta, si è a posto per sempre: la vita va avanti, si comprano cose, altre scadono o si rovinano o non le usiamo più o si rivelano acquisti sbagliati, e quindi periodicamente è necessario alleggerire e riorganizzare di nuovo.

E questa settimana, mi sono dedicata al cassetto dei trucchi. Mi segui anche tu?

 

⭐️

 

#piccolidecluttering – 4 / Il make up

 

Il decluttering del make up può essere rapido, oppure no: è una di quelle categorie di oggetti che alcune amano alla follia, e altre usano per il minimo necessario, un po’ come i vestiti, le scarpe, le borse o i libri.

Come ho già scritto nella prima puntata, parlando di scarpe, non mi interessano le quantità: non importa se eliminerai tanti trucchi, se li fai stare tutti in una scatolina, o se riempiono un armadio a due ante.

Non posso suggerire una quantità “giusta” di cosmetici, perché siamo tutte diverse: c’è chi si mette mascara e burro di cacao e si sente “a posto”, e chi ama sperimentare prodotti diversi o ha voglia/bisogno di truccarsi di più.

Ricordati: va bene tutto, se questo ti permette di vivere bene.

Il decluttering del make up però va fatto con una certa frequenza (diciamo ogni 6 mesi), perché si tratta di prodotti che mettiamo a contatto con la pelle, hanno una scadenza che spesso ignoriamo, e possono provocare irritazioni e reazioni allergiche se utilizzati senza tenerne conto.

 

Le 4 fasi del decluttering

 

Ormai conoscerai a memoria le 4 fasi del decluttering, che questa settimana dedichiamo al make up.

 

1. RACCOLTA.

Raduna tutti i trucchi sparsi in giro. Potrebbero essere in più di un bagno, in altre stanze, nella borsa che usi tutti i giorni. Metti tutto insieme.

 

2. SELEZIONE.

Elimina i cosmetici che:

  • sono scaduti: ogni cosmetico ha l’indicazione della sua durata rispetto alla data di apertura: 6, 12, 18, 24 M = mesi. Per la salute della tua pelle, è importante rispettarle ;
  • si sono modificati in modo sospetto, anche se non sono scaduti: se creme e liquidi si sono seccati o hanno cambiato colore, elimina;
  • ti hanno creato problemi in passato: non solo reazioni allergiche e pruriti, anche fondotinta che si sciolgono, correttori che non correggono, mascara che si raggrumano;
  • non ti piacciono più, o non hai mai usato e sai che non userai mai.

 

Nel mio personale decluttering del make up, ho usato 2 principi di decluttering fondamentali:

  1. Ho deciso cosa tenere, invece di pensare solo a eliminare: ho scelto quello che mi serve davvero, o che voglio sperimentare in futuro. In questo modo, ho tolto ancora qualcosa che avevo tenuto perché “non si sa mai” e ho preso nota dei prodotti da ricomprare perché fondamentali e in via di esaurimento o scaduti;
  2. Ho definito dei precisi limiti di spazio per i miei trucchi: un piccolo cassetto dell’armadio del bagno, che ha spazi contenitivi ridotti.

 

3. RIORGANIZZAZIONE.

Prendi in considerazione il posto in cui tieni attualmente il tuo make up. Forse è l’occasione per spostarlo in un posto più comodo, o di riunire trucchi sparsi in posti diversi.

Scegli contenitori facilmente lavabili (la plastica o il vetro sono l’ideale), e disponili in modo da poterli vedere bene.

Puoi acquistare contenitori nuovi, o riciclare quello che hai già in casa.

Io ho suddiviso i trucchi scelti in un bicchiere di vetro e in due scatole di plastica del supermercato (contenevano carote e mirtilli). Doveva essere una sistemazione provvisoria, ma per ora vanno benissimo: sono leggeri, resistenti, e della misura giusta per il mio cassetto.

 

4. SMALTIMENTO.

A meno che i cosmetici eliminati non siano nuovi di zecca (in questo caso puoi proporli a qualche amica), l’unica via di smaltimento è l’indifferenziato, separando dove puoi le parti in carta, plastica, vetro, e alluminio.

 

⭐️

 

Ricordati sempre che…

Fare decluttering è semplice: scegliere cosa tenere, ed eliminare il resto. La cosa più importante è ricordarsi sempre che stai facendo un piacere a te, ti stai trattando bene. Allontana ciò che ti fa sentire pesante, tieni quello che ti serve e ti piace. Fare decluttering è, soprattutto, volersi bene.

 

Spero di essere riuscita a farti venire voglia di fare decluttering!

Se hai dubbi, difficoltà, domande, puoi scrivermi nei commenti del post su Facebook, oppure su Instagram.

Se sei orgogliosa del tuo lavoro, scatta una foto e postala su IG con gli hashtag #piccolidecluttering e #silviapetiti, ti verrò a cercare!

Fammi sapere come va e ci vediamo sabato prossimo. Di cosa ci occuperemo?

S.

 

⭐️

 

Cosa sono i #piccolidecluttering?

Un modo per fare decluttering in tutta la casa, completando tanti piccoli progetti che non occupano troppo tempo e spazio, ti fanno stare bene perché senti che ti stai muovendo nella direzione giusta,rendono più leggera e organizzata la tua casa un po’ alla volta.

Troverai i miei #piccolidecluttering ogni sabato mattina su Facebook e su Instagram. Così, se vorrai, durante il weekend potrai dedicare un po’ di tempo al progetto della settimana, e scoprire che non ci vuole molto a risolvere situazioni ferme da mesi. Un passo alla volta, inizierai a goderti pezzi e pezzetti di casa che funzionano!

Iniziamo?

 

⭐️

 

Se vuoi fare decluttering in casa, e non sai da dove iniziareti aiuto con le mie consulenze via Skype, e con i workshop di decluttering online.

 

⭐️

 

Foto: Il mio cassetto dei trucchi!

 

No Comments

Rispondi