riviste e libri di cucina

#Piccolidecluttering – 2/Riviste e libri di cucina

 

Cosa sono i #piccolidecluttering?

Un modo per fare decluttering in tutta la casa, completando tanti piccoli progetti che non occupano troppo tempo e spazio, ti fanno stare bene perché senti che ti stai muovendo nella direzione giusta,rendono più leggera e organizzata la tua casa un po’ alla volta.

Troverai i miei #piccolidecluttering ogni sabato mattina su Facebook e su Instagram (cerca i miei profili e metti “mi piace” alle pagine, per essere sicura di non perderteli). 

Così, se vorrai, durante il weekend potrai dedicare un po’ di tempo al progetto della settimana, e scoprire che non ci vuole molto a risolvere situazioni ferme da mesi.

Un passo alla volta, inizierai a goderti pezzi e pezzetti di casa che funzionano!

#piccolidecluttering è un hashtag che potrai usare su Instagram per postare le foto del tuo lavoro, scrivermi dubbi e sensazioni, gioie e dolori: io le riposterò e ne parleremo insieme per essere d’aiuto a tutte.

Iniziamo?

 

⭐️

 

#piccolidecluttering – 2/Riviste e libri di cucina

 

Oggi ti propongo il decluttering di un particolare tipo di libri: quelli di cucina.

Qui è richiesto un piccolo esame di coscienza: è ora di capire se abbiamo intenzione di usare i libri di cucina che abbiamo in casa, o perlomeno se ci interessa sfogliarli.

 

La mia esperienza

 

[Ti racconto il mio percorso personale sui libri di cucina. Non voglio dire che deve essere il tuo, perchè non mi stancherò mai di dire che siamo tutte/i diversi. E’ un esempio, per dimostrarti che spesso acquistiamo cose per abitudine, mentre è utile fermarci ogni tanto e capire se ha senso continuare a fare così].

Pur non essendo una grande cuoca, sono una collezionista di libri di cucina: raramente provo le ricette, ma alcuni libri sono proprio belli! Li considero quasi “libri da tavolino”, da sfogliare e ammirare (io poi li annuso anche, e i libri fotografici di cucina sono sempre stampati su carta profumatissima…).

Però, se negli anni ne ho acquistati un bel po’, a un certo punto mi sono resa conto che non aveva senso averne così tanti.

La riflessione coinvolge anche le riviste di cucina, che per diversi anni ho comprato fedelmente ogni mese, pensando di avere tempo e voglia di provare almeno una ricetta nuova a settimana.

Be’, è capitato raramente!

Se penso a come scelgo in realtà le ricette, internet vince nettamente: cerco la ricetta su google e via!

Cosa fare di tutte quelle annate di riviste, ancora come nuove? Ogni pagina una bella ricetta, ma perché non le ho mai fatte? E’ ragionevole pensare di avere il tempo materiale e la voglia per provarle tutte? E chi può volere riviste di cucina?

⭐️

Cosa ho fatto, dunque?

LIBRI: li ho esaminati con cura, e ho scelto di tenere quelli con ricette per me fattibili + alcuni che trovo bellissimi comunque, e che voglio tenere proprio per godermi il libro in sé. Mi sono appuntata mentalmente di guardarli più spesso, perché ogni volta trovo qualcosa che vale la pena cucinare.

Ho portato i libri da eliminare al negozio dell’usato: ne hanno accettati parecchi (in conto vendita), e quelli rimasti sono andati alla biblioteca.

RIVISTE: ho scelto di tenere gli ultimi 12 numeri delle mie due riviste preferite, e dare via tutte le altre. Ho deciso di continuare a comprare una sola rivista al mese, e mi sono presa l’impegno di provare almeno una ricetta ogni 15 giorni, per giustificarne l’acquisto…

Dare via le riviste non è stato immediato, anche perché ne avevo tante: un po’ le ho regalate ad amiche interessate, un po’ le ho portate nello studio del mio medico (col suo permesso!), con l’invito ai suoi pazienti a portarle a casa. Quelle rimaste le ho lasciate vicino al bidone condominiale della carta, e sono sparite quasi tutte.

 

E ora tocca a te!

 

A questo punto, è ora di iniziare il tuo decluttering delle riviste e libri di cucina.

Come sempre, Il lavoro è diviso in 4 fasi:

raccolta – selezione – riorganizzazione – smaltimento.

 

1. RACCOLTA. Tira fuori tutti i libri e le riviste di cucina.

 

2. SELEZIONE. Elimina libri e riviste che hanno ricette che non ti interessano, usano ingredienti che non vuoi/puoi usare, richiedono tempi assurdi (per te). La scelta è, come sempre, estremamente personale: ad esempio io apprezzo le ricette di rapida esecuzione, altri amano quelle complicate.

 

3. RIORGANIZZAZIONE. Guarda cosa è rimasto dopo le tue scelte. Rifletti sul posto migliore per tenere libri e riviste: meglio se sono comode da raggiungere quando cucini, ma possono stare anche sullo scaffale della libreria o in un armadio.

 

4. SMALTIMENTO. Allontana libri e riviste che hai scelto di non tenere.

Li puoi regalare a parenti e amici interessati, alla biblioteca, oppure provare a metterli in vendita nei negozi dell’usato o sul web. L’importante è che escano rapidamente di casa!

 

Ricordati sempre che…

Fare decluttering è semplice: scegliere cosa tenere, ed eliminare il resto. La cosa più importante è ricordarsi sempre che stai facendo un piacere a te, ti stai trattando bene. Allontana ciò che ti fa sentire pesante, tieni quello che ti serve e ti piace. Fare decluttering è, soprattutto, volersi bene.

 

Spero di essere riuscita a farti venire voglia di iniziare!

Se hai dubbi, difficoltà, domande, puoi scrivermi nei commenti del post su Facebook, oppure su Instagram.

Se sei orgogliosa del tuo lavoro, scatta una foto e postala su IG con gli hashtag #piccolidecluttering e #silviapetiti, ti verrò a cercare!

Fammi sapere come va e ci vediamo sabato prossimo. Di cosa ci occuperemo?

S.

 

⭐️

 

Se vuoi fare decluttering in casa, e non sai da dove iniziareti aiuto con le mie consulenze via Skype, e con i workshop di decluttering online.

 

⭐️

 

Foto: I miei libri di cucina.

No Comments

Rispondi